Ristorante Bel Poggio

Brace, amore e cortesia

Brace, Amore e Cortesia.

Da bambino trascorrevo molto tempo nel ristorante di famiglia. Spesso mia madre mi portava a pranzare lì e in quei momenti guardavo mio padre Severino che organizzava il lavoro, la cucina, i camerieri… Osservando poi i clienti, provavo sempre uno strano senso di meraviglia ogni volta che, vedendo che il cameriere li stava per servire, si illuminavano in viso pensando “è per me!”.

Gianluca Pulcini, patron del Bel Poggio

Un Cupido gourmand, il nostro: scocca un insolito dardo, dritto al cuore del gusto!
Ed è proprio con il cuore che, da 30 anni, lavoriamo ogni giorno per offrire ai nostri clienti un’esperienza enogastronomica completa e sincera.

Abbiamo aperto il Ristorante Bel Poggio nel 1986, battezzandolo con il nome della località romana che ci ospita. Originariamente utilizzato da pastori e contadini, questo antico Casale è immerso nella quiete della natura ed è al tempo stesso a due passi dal Raccordo Anulare: per sentirsi in vacanza a pochi minuti dalla Capitale.

Qui rivive la cucina tradizionale, che la Famiglia Pulcini porta in tavola da 60 anni: Gianluca, patron e sommelier del Bel Poggio, ha raccolto il testimone da papà Severino, lo storico gestore de La campagnola, autentico punto di riferimento della ristorazione capitolina già negli anni ’70. Oggi Gianluca continua a selezionare le migliori materie prime e i migliori prodotti, lavorando fianco a fianco con la sua squadra per accompagnare i commensali in un viaggio all’insegna del gusto e dei sapori più autentici.

Le due ampie sale interne accolgono i clienti in un’atmosfera rustica e autentica, facendo da contrappunto al dehors circondato dal verde.